L’insegnamento Samurai

 

Oggi mi avvalgo di una storia semplice ma nella quale risiede una verità profonda per farvi riflettere su due concetti: azione e reazione.

Molto tempo fa, in Giappone viveva un vecchio e rispettato samurai che aveva vinto molte battaglie. Ormai anziano si dedicava ad insegnare ai più giovani, ma attorno a lui era ancora viva la leggenda secondo la quale fosse ancora in grado di sconfiggere qualsiasi avversario.
Un pomeriggio si presentò a lui un guerriero noto per la sua arroganza e per il suo carattere provocatorio. La sua strategia era quella di provocare l’avversario fino a quando questo, mosso dalla rabbia, abbassava la guardia e reagiva attaccando alla cieca.
Il vecchio samurai accettò la sfida e si diressero verso la piazza. Il giovane guerriero, sotto gli occhi di tutti anche sui allievi, iniziò ad insultare il saggio samurai, arrivando a lanciargli pietre e perfino a sputargli in faccia. Continuò per ore fino a che non si dette per sconfitto.
I discepoli del samurai, irritati dagli insulti che aveva ricevuto il maestro, non capivano perché il vecchio non si fosse difeso e considerarono il suo atteggiamento come un segno di debolezza. Così gli chiesero: “maestro, come hai potuto sopportare tale indegnità? Perché non hai sguainato la tua spada anche sapendo che stavi per perdere la battaglia piuttosto che agire in un modo così vile?” Il maestro rispose: “se qualcuno arriva con un regalo e non lo accettate, a chi appartiene il regalo?” e l’allievo rispose: “alla persona che è venuta a consegnarlo!”.
Il maestro diede così il suo insegnamento: “lo stesso vale per la rabbia, gli insulti e l’invidia. Quando non sono accettate, continuano ad appartenere a chi le ha portate con sé.”

Tutti noi siamo sottoposti a provocazioni, negli ultimi anni sono sempre più frequenti gli attacchi di cyber bullismo, ma non sempre dobbiamo reagire alle provocazioni.
L’attitudine a lasciar andare non è un attitudine passiva ma ti permette di passare oltre.
Sii come il samurai e comprendi quando è il momento di lasciar andare e quando è giusto agire per difendersi. 
Non sempre vale la pena accettare le sfide, cadere in una trappola creata da altri solo per vederti scivolare.
.
Buon Ascolto

 

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community.
L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.