La solitudine degli iperconnessi

Come gestire il senso di solitudine e inadeguatezza?

Negli ultimi mesi si è diffusa nella società una nuova fobia, è definita FOMO dall’inglese Fair of Missing Out – la paura di perdere un’occasione di interazione sociale, di essere esclusi da accadimenti rilevanti e gratificanti della vita di chi ci sta vicino.

Questo tipo di paura è alimentata dall’uso degli smartphone e dei social network che ci permettono di essere sempre connessi.
La novità degli ultimi mesi è proprio un nuovo social network – Clubhouse – che offre la possibilità di parlare sempre con qualcuno, accedendo a delle stanza virtuali di conversazione.

Il complimento più grande che mi è mai stato fatto fu quando uno mi chiese cosa ne pensassi, ed attese la mia risposta.
– Henry David Thoreau

Non è un caso che questa nuova fobia (FOMO) si sia sviluppata in questo periodo segnato da uno stato di isolamento sociale.

Cerchiamo la libertà riempiendo gli spazi vuoti della nostra esistenza che in questo momento corrispondono ad un allontanamento sociale dai nostri cari e dai nostri amici, alla mancanza di relazioni.

La solitudine cercata è un balsamo, la solitudine subita un’aggressione.
– Robert Sabatier

L’accettazione di ciò che ci accade, compreso il sentimento di solitudine che possiamo provare, ci offre la possibilità di osservare la nostra vita da un altro punto vista.
Sono le nostre stesse paura a rilegarci in convinzioni che non ci rendono liberi di essere ciò che realmente noi siamo.

Cerchiamo di conformarci a ciò che la società si aspetta da noi, il nostro sguardo è sempre rivolto all’esterno di noi, cerchiamo a tutti i costi di essere sempre all’altezza di ogni situazione.

Dovremmo avere il coraggio di emanciparci da tutto ciò per rivelare a noi stessi la persona che siamo.
L’emancipazione è libertà. Libertà di essere ciò che noi realmente siamo, trovando in noi la nostra atta dipa, la nostra isola felice.

Non dovremmo mai rinunciare a quegli aspetti di noi che ci caratterizzano, che ci rendono unici sia nella nostra vita privata che in quella lavorativa.
Abbiamo bisogno di ripristinare un dialogo autentico con noi stessi, quel dialogo che spesso cerchiamo di instaurare con chi incontriamo magari casualmente online.
Interagire con gli altri è senz’altro un dono e una grande opportunità ma è soltanto guardandoci dentro che possono portare alla luce, alla nostra consapevolezza, quella che ci rende liberi da ogni condizionamento.

 

Continua la lettura con il prossimo articolo -> Ogni istante della tua vita è irripetibile: ecco il segreto del tempo.

 

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community. L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.