Le delusioni aprono gli occhi ma non devono chiudere il cuore

Rimanere legati alla delusione significa rinunciare ad essere felici. E la felicità comporta sempre dei rischi. Ciò che conta è che le delusioni aprano i nostri occhi, ci rendano più saggi, ma non chiudano mai il nostro cuore.

Molto spesso, durante la nostra esistenza, vediamo i nostri sogni delusi e i nostri desideri frustrati, ma dobbiamo continuare a sognare, altrimenti la nostra anima muore.
– 
Paulo Coelho

Ognuno di noi crea una propria realtà sulla base dei valori, delle credenze, della storia personale a cui si rapporta. Nutriamo delle aspettative che in genere sono una proiezione del bello e del buono in cui abbiamo fiducia.

Quando queste aspettative vengono tradite parliamo di delusione.

La identifichiamo con la tristezza, con la rassegnazione, con un sentimento negativo. 

Ma è davvero così?

Da notare che per esempio gli antichi Romani non avevano un termine per identificare questo stato d’animo, al massimo parlavano di spes decepta”, “speranza delusa”.

I Romani erano gente che badava al sodo, al tangibile. 

La delusione è un sentimento più sottile, più profondo. La sua definizione arriva quando l’uomo si confronta con l’esistenza in maniera più spirituale e filosofica: delusione deriva quindi da de-ludere, prendersi gioco: si genera quando qualcuno si è in qualche modo preso gioco di noi, della nostra fiducia. E questo brucia tanto e può generare perdita di entusiasmo, tristezza, sfiducia. 

Un giorno però mi sono fatto una promessa: di non permettere alla delusione di spegnere il fuoco sacro dell’entusiasmo e di non perdere mai la fiducia negli altri.

La delusione per un’anima nobile è ciò che è l’acqua fredda per un metallo che brucia; rafforza, tempera, intensifica, ma non lo distrugge. – Elisa Tabor Stephenson, scrittrice

La delusione nasce sempre a causa delle aspettative che avevamo nei confronti di qualcuno.

Ma cosa possiamo fare per evitare di rimanere delusi da talune persone? Per non permettere che la delusione – che è comunque parte della vita – non intacchi la nostra fiducia e la nostra gioia nell’ intessere legami con gli altri?

Imparare a prestare maggiore attenzione a ciò che sentiamo dentro di noi, le delusioni a volte sono inevitabili nelle nostre vite. Ascoltiamoci: ciò che conta è fidarsi più di se stessi rispetto a quello che pensano o dicono gli altri su di noi.

Non lasciamo che ci conduca al vuoto esistenziale, a sentimenti permanenti di sfiducia. Rimanere legati alla delusione significa rinunciare ad essere felici. 

E la felicità comporta sempre dei rischi, il peggio che ci possa capitare è proprio non rischiare, non giocare le nostre carte.

I dolori, le delusioni e la malinconia non sono fatti per renderci scontenti e toglierci valore e dignità, ma per maturarci.

Hermann Hesse

Prendiamo atto che non potremmo mai difenderci del tutto dalle delusioni ma consideriamo il loro ruolo nell’esistenza.

A volte la delusione è leale con te perché ti evita un destino avverso; la delusione in sé non è deludente ma è maestra. Devo dire che spesso i grandi successi arrivano dopo profonde delusioni. 

Forse un giorno vedremo e avremo consapevolezza che ciò che volevamo non sarebbe stato il meglio per noi e ciò che, invece, ci ha deluso ha rappresentato una salvezza, una svolta importante nel cammino che abbiamo percorso e stiamo percorrendo.

La delusione ci aiuta a filtrare le persone, a scegliere chi avere come compagni di viaggio, a non disperdere energie preziose. 

Ciò che conta è che le delusioni aprano i nostri occhi, ci rendano più saggi ma non chiudano mai il nostro cuore.

 

Continua la lettura con -> “La vita è trasformazione: tre suggerimenti per cambiare

 

 

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community.
L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.