Le relazioni con gli altri rivelano chi siamo in un reciproco dono di valori

Ogni incontro ci trasforma. Quello che siamo è il frutto di relazioni e di confronti, di dono reciproco. I rapporti di valore con gli altri migliorano la vita, l’arricchiscono e creano strade su cui cammina e progredisce l’umanità.

Potete immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso della terra ma occorreranno sempre le persone perché il sogno diventi realtà —Walt Disney

C’è uno specchio che ci aiuta a comprendere chi siamo, a rendere più nitida la nostra immagine, ad indagare molti aspetti della nostra personalità: gli altri.

Sì, le persone e le relazioni hanno il potere di restituirci molto di noi stessi. Jung sosteneva che quello che ci irrita negli altri, quello che giudichiamo sbagliato, spesso è un segnale a cui prestare attenzione perché può far luce su molte nostre problematiche e difficoltà.

Non trascurare mai il grande valore che hanno nella tua vita le relazioni sia familiari che lavorative, così come le amicizie con cui condividi tratti della tua strada. Hanno davvero un enorme potenziale le relazioni. Sono fonte di confronto e di apprendimento costante.

Ogni incontro ci trasforma perché è un dono reciproco. Siamo quello che siamo anche grazie alle persone che abbiamo incontrato e di certo noi abbiamo lasciato una traccia in chi ha incrociato il nostro cammino.

Prova a pensare alle tue relazioni in ambito familiare e lavorativo, alle persone e alle amicizie con cui condividi la tua vita: sai comprenderne la preziosità?

L’incontro di due personalità è come il contatto tra due sostanze chimiche: se c’è una reazione, entrambe ne vengono trasformate —Carl Gustav Jung

Importante è aprirsi allo scambio e all’incontro con chi è diverso da noi per credo religioso o politico, questo ci permette di assimilare esperienze che ci arricchiscono. Del resto, impariamo da sempre osservando gli altri: il bimbo imita i genitori e comprende la realtà, molte persone replicano schemi comportamentali visti in altri proprio perché già sperimentati, nel lavoro si riproducono idee perché collaudate e più sicure. Comprendi quindi quanto sia importante circondarti di buone relazioni. Instaura legami che ti aiutino a stare bene, a tirare fuori la tua parte migliore.

Le relazioni sono incredibili, salutari e, voglio dirlo, anche terapeutiche.

Quante volte ti sarà capitato di sentirti giù e di ritrovare momenti di serenità stando con gli altri, beneficiando della reciproca presenza: l’uomo non è un essere asociale e la solitudine è una malattia che devasta e uccide l’interiorità.

Non dobbiamo permettere a nessuno di allontanarsi dalla nostra presenza, senza sentirsi migliore e più felice —Madre Teresa di Calcutta

Non rassegniamoci mai ad essere soli e non permettiamo che gli altri alzino muri entro cui isolarsi. Non restiamo indifferenti alla bellezza che governa il mondo e che trae il suo nutrimento nel cuore che sa condividere con gli altri.

Mi piace pensare che le buone relazioni siano un’assicurazione kasko sulla nostra vita. Creare e coltivare relazioni sulla base di veri valori non può che rappresentare una crescita costante di cui dobbiamo essere grati. Ognuno di noi può fare molto nelle sue relazioni: diventa tu, ora, fonte d’ispirazione per tutte le persone che incontri.

Crea belle connessioni basate sull’entusiasmo.

Non chiuderti mai e nello stesso tempo non dare nulla per scontato, agisci subito: chiama, telefona, incontra le persone con cui hai delle vere relazioni ricordando loro quanto siano importanti per te. Quando stringi una mano o quando la tendi, quando doni una parola di conforto e investi il tuo tempo ad ascoltare e ad aiutare stai costruendo un luogo che nessuna tempesta potrà mai abbattere, nessun fuoco estinguere: stai creando quella strada che porta ogni essere umano verso i suoi fratelli.