fbpx

L’incredibile forza dell’antifragilità

L’ignoto, l’incertezza, l’imprevedibilità generano in noi timore e ansia eppure attraversarli ci renderebbe migliori. L’antifragilità dell’essere umano è l’ancora di salvezza nei mari bizzarri di quest’epoca

Il vento spegne la candela e alimenta il fuoco.
– Nassim N. Taleb

Qual è il contrario di fragile? Forte, robusto. 

In realtà – come dice Nassim Nicholas Taleb nel sul libro Antifragile –  ciò che è forte resiste agli shock ma rimane sempre uguale a se stesso. Invece l’antifragilità ci permette di affrontare incertezza, imprevisti, disordini non solo mantenendoci integri ma evolvendo grazie all’esperienza vissuta. “Questa qualità – scrive sempre Taleb – è alla base di tutto ciò che muta nel tempo”. L’essere integro e robusto permette di opporre resistenza ma è immutabile e l’immutabilità non è propriamente la caratteristica di ciò che è vivo.

L’antifragilità possiede la caratteristica di farci affrontare l’ignoto.
– Nassim N. Taleb

Tutte le volte in cui le incertezze e gli imprevisti si abbattono sulle nostre vite abbiamo l’opportunità di lasciar emergere la nostra forza interiore. Non dobbiamo rinnegare certo i nostri momenti di debolezza ma comprendere che possediamo  gli strumenti e la forza per affrontarli e superarli. Nel libro di Taleb c’è una frase che mi sono appuntato nel mio taccuino: “L’antifragilità possiede la caratteristica di farci affrontare l’ignoto”: prendere atto della nostra potenzialità ci rende coraggiosi perché sappiamo, o dovremmo sapere, che ciò che ci mette alla prova ci rende più forti.

Un’opzione è ciò che ci rende antifragili e ci permette di beneficiare del lato positivo dell’incertezza.
– Nassim N. Taleb

Oggi si parla anche di investimenti economici antifragili: sono quelli che sfruttano la volatilità e l’incertezza del mercato e  traggono profitto proprio da ciò che in genere l’investitore teme. 

Eppure quante opportunità racchiudono i periodi di incertezza? Tante.

Quando ci lasciamo schiacciare dallo stress, dalle tensioni ci rendiamo vulnerabili. Come se non conoscessimo il nostro potenziale cediamo alla fragilità della mente. 

Per diventare antifragili non dobbiamo essere supereroi ma riconoscere la potenza del  cuore. Facciamo in modo che ad essere davvero fragili siano le nostre paure e gli egoismi. Solo questo ci permetterà di salpare con coraggio verso il futuro che ci aspetta.

 

Continua la lettura con il prossimo articolo → Ti domandi dove sia Dio? Dona a chi ha bisogno e lo vedrai

 

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community. L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.

     

    Privacy Preference Center