Sì viaggiare, con un ritmo fluente di vita nel cuore

Le radici sono importanti nella nostra esistenza. Eppure abbiamo gambe e struttura fisica adatte a camminare, ad andare altrove. Il viaggio è ritmo vitale, energia felice per la mente e l’anima.

Non c’è uomo più completo di colui che ha viaggiato, che ha cambiato venti volte la forma del suo pensiero e della sua vita.
– Alphonse de Lamartine

La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte: è un proverbio attribuito a Omar Khayyam, astronomo, matematico e filosofo dell’antica Persia, nato nel medioevo del mondo. Pensate che già a quell’epoca, in cui viaggiare non era così agevole e comodo come oggi – era raro anche che si parlassero lingue straniere –  si riconosceva l’importanza del viaggio; la vita stessa si identifica con la peregrinazione ma anche con il muoversi, visitare luoghi e incontrare popoli. 

Pensiamo al Viaggio in Italia del grande Goethe: si inseriva in un percorso molto più vasto attraverso l’Europa. Sul finire del Settecento e per buona parte dell’Ottocento, per inglesi, francesi, tedeschi viaggiare (e visitare l’Italia, tappa obbligata e desiderata) era considerato il completamento dell’educazione dei giovani di buona famiglia.

E non c’è niente di più bello dell’istante che precede il viaggio, l’istante in cui l’orizzonte del domani viene a renderci visita e a raccontarci le sue promesse.
-Milan Kundera

Quando viaggiamo accade qualcosa di meraviglioso. La mente si predispone a levare le ancore verso il nuovo. Se ci pensiamo, credo che ognuno di noi possa ritrovare in sé quella sensazione che si vive quando iniziamo a progettare un viaggio. Le emozioni elettrizzanti dell’essere in procinto di salpare, prendere un aereo, salire su un treno, intraprendere un cammino, abitano in noi.

I ricercatori nel campo delle neuroscienze hanno persino definito questa sensazione con un acronimo:  ASMR – Autonomous Sensory Meridian Response – detta anche  “risposta sensoriale apicale autonoma“. Che cosa significa? Si tratta di uno stato positivo di formicolio in tutto il corpo, di vibrazione potremmo dire, in cui la mente si rilassa, si distende, si lascia andare. Un vero e proprio orgasmo cerebrale che può essere innescato da stimoli uditivi, sensitivi, da pensieri e da idee. Come, appunto, l’eccitazione che precede un viaggio.

Esistono numerosi studi – come quello della San Francisco State University – da cui emerge che chi investe denaro per vivere esperienze emozionali, come il viaggiare, è una persona più appagata rispetto a chi acquista beni materiali.

Chi viaggia è più felice. 

Sappiamo bene quanto poco duri la felicità dopo l’acquisto di un oggetto tanto desiderato. Viaggiando invece andiamo ad incrementare la nostra Memoria, a nutrirla di ricordi, di emozioni che vivranno per sempre.

Una volta che hai viaggiato, il viaggio non finisce mai, ma si ripete infinite volte negli angoli più silenziosi della mente. La mente non sa separarsi dal viaggio.
– Pat Conroy, scrittore

Il viaggio e tutto quanto abbiamo provato e sperimentato perdurano. E ogni volta che il pensiero torna a quei momenti li riviviamo come emozioni positive. Pensa a quando viaggiamo con cari amici o con la nostra famiglia: stiamo costruendo ricordi indelebili, accumulatori di energia felice.

Si scatena una vera e propria chimica della felicità a livello fisiologico.

Ogni viaggio, inoltre, ci arricchisce grazie agli incontri che facciamo, agli scambi, non solo: veniamo in contatto con nuove opportunità, apprendiamo dal confronto con diverse realtà. Se ancora non l’hai fatto, fai una lista dei luoghi che desideri visitare quest’anno; non è tanto importante andare lontano, la nostra Italia è meravigliosa da visitare. Ma tu progetta un viaggio, progetta la tua felicità dando input al tuo cervello; viaggiando troverai sempre di più la serendipità, la gioia di fare scoperte felici per puro caso.

Sai, credo che le radici siano importanti nella vita, ma noi abbiamo gambe che sembrano proprio fatte per portarci altrove. Mi piace tanto quella strofa di una canzone di Lucio Battisti, la ricordate? “Sì viaggiare, con un ritmo fluente di vita nel cuore”. Il viaggio è vita che si distende nella mente e nell’anima.

 

Continua la lettura con il prossimo articolo -> Scrollati di dosso la terra dall’attacco altrui e salici sopra con coraggio

 

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community. L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.