Scegli abitudini felici, donati la vita che desideri

Siamo il risultato del pensiero che genera le nostre azioni. Fai che il tuo agire si modelli su abitudini felici capaci di donarti un’esistenza intensa e piena.

Talvolta si prende come cattiva abitudine l’essere infelici —George Eliot

La strada che porta al benessere fisico e mentale, al successo, all’equilibrio è lastricata di abitudini. Così come quella che conduce all’inattività, alla stanchezza, alla mancanza di motivazione, al disagio fisico e mentale.

Siamo quello che pensiamo, il pensiero si traduce in azione e l’azione ripetuta diventa abitudine.

Numerosi studi ci spiegano che in un primo momento noi scegliamo di fare una determinata azione, di tenere un certo comportamento a cui poi però smettiamo di pensare anche se continuiamo a ripeterlo in modo automatico.

Ci rendiamo conto di quanto siano potenti le abitudini?

È facile da comprendere: il pensiero buono, permeato di energia positiva genera una buona azione che diventa un’abitudine felice. Al contrario, azioni nefaste per la nostra salute fisica e psichica possono portarci alla rovina e alla resa.

Durante Happinessence sottolineo sempre quanto le abitudini felici siano potenzianti. Pensiamo ad azioni quotidiane come lavarsi, fare una sana colazione, seguire modelli alimentari salutari, dedicarsi alla meditazione e ad un’attività fisica. Tutto questo crea una routine che dona salute fisica e mentale.

Prendersi del tempo da dedicare all’introspezione è una pratica che ci fortifica, ci permette di vedere ogni cosa da una prospettiva diversa.

Penso alla bellezza del mantra della felicità che porto ovunque e che innumerevoli persone praticano: ho ho ha ha.

Al mattino, scendendo dal letto, prima un piede — ho ho — e poi l’altro — ha ha. Per me e per chi lo pratica è il suono della felicità, un modo per iniziare la giornata con energia e gioia, agganciare ricordi felici e rinnovare la nostra fiducia nella vita.

L’immagine che abbiamo di noi stessi e le nostre abitudini tendono ad andare insieme. Cambia una e vedrai automaticamente cambiare anche l’altra —Maxwell Maltz

Quali sono le tue abitudini felici?

Ciascuno di noi sa — o dovrebbe sapere — quali azioni riescano a diminuire il proprio livello di stress e a riportare calma e lucidità.

Può essere l’ascolto di una buona musica. Il suono ha grandi poteri terapeutici, non solo, stimola la creatività, facilita il sonno e il riposo ma anche infonde entusiasmo. Per altri forse è la lettura di un libro che sappia ispirare, una passeggiata in un bosco, nuotare in piscina o al mare, correre o incontrare degli amici, stare in compagnia.

Ogni abitudine che ci fa del bene e ci migliora è felice.

Il movimento, l’azione sono necessità. Il nostro corpo trova nell’attività fisica una modalità espressiva; muscoli, ossa, cellule si rigenerano. Quando ci muoviamo avvertiamo la sensazione di vigore e di maggiore chiarezza mentale perché, quando il corpo sta bene, la mente ne tra immediato giovamento e viceversa. Questo è uno dei migliori investimenti che possiamo fare perché la rendita è sicura.

Come si possono instaurare abitudini felici?

Analizza i tuoi pensieri nell’arco di una giornata. Che pensieri sono? Verso dove ti spingono? Se i tuoi pensieri sono sempre intrisi di ansia, di sfiducia, se guardi fuori da te stesso valutando la vita degli altri, che azioni pensi ne conseguiranno? E quelle azioni in che tipo di abitudini si trasformeranno? Non certo potenzianti e positive per te. Allora, agisci sul tuo pensiero, alza il livello, dai fiducia a te stesso, prendi atto di un tempo che non è inesauribile e per questo va colmato di quanto di meglio tu possa fare.

Vivi questa vita, non lasciarti vivere.

Molti mi dicono di voler cambiare, migliorare le relazioni, il lavoro, affermano di aver bisogno di introspezione, di dedicarsi alla meditazione. Inizia cambiando i pensieri, sintonizzati su altre frequenze, abbi il coraggio di seguire inaspettate rotte. Dalle nuove abitudini emergerà una immagine di te e della tua vita che giorno dopo giorno diventerà realtà.

L’abitudine può cancellare il segno della natura, vincere i malefici dell’inferno e mondare un cuore con la sua insensibile e meravigliosa potenza —William Shakespeare

L’abitudine contiene una forza intrinseca, non ha coscienza di essere buona o cattiva. Si radica e determina la nostra evoluzione o involuzione. Dipende da noi. Possiamo agire su questo meccanismo, colmarlo con i nostri obiettivi, indirizzare le azioni a renderci persone migliori e appagate.

Ancora una volta, analizzando tutto questo, sono sorpreso e incantato di fronte a tanto potere nelle mani dell’uomo a cui vengono consegnate le chiavi del suo destino.

Non smarrirle, abbi coraggio di aprire la porta del cambiamento, donati abitudini felici.