Sul diario della vita narra le tue qualità

A nulla valgono le competenze, anche le più alte, se non sappiamo guardarci dentro, osservare la realtà con sensibilità, vivere le relazioni con apertura di mente e di cuore.

Non è ciò che ha, e nemmeno cosa fa, che esprime il valore di un uomo, ma ciò che è —Henri Frederic Amiel

Oggi nel mondo professionale non si parla più solo di hard skill — competenze tecniche — ma si è ben compresa l’importanza delle soft skill.

Che cosa sono?

Sono le capacità relazionali che determinano come ci si pone nel proprio ambiente lavorativo. La loro importanza è tale da poter essere inserite anche nel proprio curriculum

Tra queste spiccano senza dubbio la capacità di affrontare e risolvere i problemi senza perdere lucidità ma anche la fiducia in se stessi, saper comunicare, essere in grado di lavorare in team, di gestire lo stress.

Trovo che sia uno sguardo sul futuro incredibile.

Le soft skill considerano il carattere delle persone e credo che le aziende innovative siano quelle capaci di considerare anche questi aspetti.

Avere a cuore il carattere e in particolare l’onestà e l’integrità dei propri collaboratori dimostra un atteggiamento lungimirante, profondo: quello che serve per progredire.

Gli uomini di genio sono ammirati, gli uomini ricchi sono invidiati, gli uomini di potere sono temuti, ma solo gli uomini di carattere sono degni di fiducia
—Alfred Adler

Sono certo che, se ci pensi, troverai tante persone che brillano per intelligenza, che hanno competenze varie e approfondite. Questo è importante, nell’attualità ancora di più di qualche anno fa.

Però la preparazione tecnica da sola non può più bastare. E sappi che quando investi sul tuo miglioramento, sull’essere e non solo sul fare, stai facendo uno dei migliori investimenti che tu possa considerare.

La competitività si gioca sul carattere e in futuro sarà sempre di più così.

Immagina che qualcuno ti faccia la domanda determinante per la tua assunzione: qual è il valore del tuo carattere? Che cosa risponderesti? Prova a pensare: che cosa risponderebbero le persone che ti conoscono?

La vita di un uomo è un diario in cui vorrebbe scrivere una storia e ne scrive tutta un’altra. Il momento più difficile è quando confronta il diario con quello che sperava di lasciare dietro di sé —Sir J.M. Barrie

La vita di un uomo, la tua vita, è un diario su cui narri e imprimi i tuoi giorni. Ecco domandati che cosa stai scrivendo in questo momento della tua esistenza.

Che cosa vuoi lasciare dietro al tuo passaggio? E così interrogati su quali qualità che ti caratterizzano inseriresti nel tuo curriculum pensando però al tuo essere vero e profondo.

La vera leadership sa che la crescita è crescita interiore. A nulla valgono le competenze, anche le più alte. se non sappiamo guardarci dentro, osservare la realtà con sensibilità, vivere le relazioni con apertura di mente e di cuore.

Lavora su te stesso per migliorare il tuo carattere e vedrai che tutto avrà un’evoluzione sia nella sfera personale che in quella professionale. Le aziende illuminate vogliono collaboratori e dipendenti capaci di gestire il lavoro ma anche affidabili, che sappiano guardare lontano: persone di valore.

E poi ricorda sempre che quello che conta, che fa la differenza, non sono le etichette che ci mettiamo da soli o che ci impongono gli altri, non è accumulare competenze, ma chi sei nel profondo di te stesso.

I più grandi principi, quelli veri e fondanti, li puoi apprendere solo nella migliore università del mondo.