Tu sei cielo, non nuvola: osserva, impara e ridi

Ti ostini a voler cambiare le nuvole nel panorama della tua vita e ti dimentichi che tu sei il cielo attraverso cui tutto scorre e passa. Che cosa fare? Osserva, apprendi la lezione e se puoi suggella ogni momento con la tua risata.

La vita è troppo breve per prendersela per uno stupido errore.
– Andy Warhol

L’errore è una delle portate principali nel menù della vita umana. Che ci piaccia o no, prima o poi, capiterà anche a noi di sbagliare in qualcosa, di fallire; così come di essere oggetto delle critiche altrui o di trovarci nel bel mezzo di incomprensioni nell’ambito della famiglia o della professione. Ecco, è il momento di fare attenzione. 

C’è una forma di pesantezza mentale che influisce su ciascuno di noi: questo accade quando ce la prendiamo troppo “seriosamente” con tutto e con tutti e passiamo dei momenti davvero “neri” dimenticando che intanto la vita e il tempo scorrono e noi li stiamo sprecando chiusi nel risentimento. 

L’umanità si prende troppo sul serio. È il peccato originale del mondo. Se l’uomo delle caverne fosse stato capace di ridere, la storia sarebbe stata diversa.
– Oscar Wilde

In generale, nelle situazioni che ci accadono dovremmo essere più sereni e più sciolti,  prendere ciò che ci accade sì con responsabilità ma rendendo quell’accadimento meno personale, non permettendo alla quotidianità di ferirci in maniera profonda e duratura. Nella storia dell’umanità possiamo vedere un comune denominatore: tutto ciò che è accaduto è già successo e quello che ci rimane è una saggezza che non ha prezzo ma che possiamo comprendere  solo vivendola.

Impariamo a guardare i fatti della nostra esistenza con l’atteggiamento dell’allievo che sperimenta per imparare e poi, a lezione conclusa, chiediamoci quale nuovo elemento arricchisca il nostro bagaglio.

Prendi il tuo compito sul serio, ma mai te stesso.
– D.D. Eisenhower

Mi succede che mi pongano questa domanda: “Che cosa posso fare per cambiare il mio stato mentale negativo?”. 

E io rispondo: “Che cosa puoi fare se qualcuno ti chiedesse di cambiare la forma di una nuvola?”.

Dobbiamo riconoscere che i momenti difficili, per quanto negativi, sono come le nuvole: stiamo certi che si diraderanno. Se siamo onesti e guardiamo la nostra storia passata, dobbiamo ammettere che tanti momenti, belli e brutti, gloriosi o fallimentari, siano comunque passati. Quello che resta è l’apprendimento. 

Non intestardirti a cambiare l’assetto delle nuvole, anzi,  ricordati che tu sei il cielo che le ospita e che hai il potere di rendere ciò che ti accade molto più leggero.

A volte non devi far altro che osservare ciò che accade e valutare quanto preziosa sia la lezione appresa. Ah, dimenticavo, se puoi ridi: la risata suggella ogni momento e lo rende unico.

 

Continua la lettura con il prossimo articolo -> Il più grande successo? La serenità dell’anima

 

Iscrizione alla newsletter

Le email sono lo strumento che prediligo per rimanere in contatto con le persone che mi seguono e con la mia Community. L’invio delle newsletter è strettamente riservato a chi ne fa richiesta, a chi desidera rimanere aggiornato.